Marco der Pole DMC ul. Sarego 22/3, 31-047 Kraków, Poland
Tel.: +48- 12- 4302117, Fax: +48- 12- 4302131,
e-mail: office@marcoderpole.com.pl
Cracovia - pellegrinaggio. Sulle orme di Giovanni Paolo II: Cracovia, Czestochowa, Wadowice, Auschwitz.
deutsch français english italiano español

Cracovia - pellegrinaggio. Sulle orme di Giovanni Paolo II: Cracovia, Czestochowa, Wadowice, Auschwitz.


"Un uomo venuto da molto lontano” (A.Minghi)

Primo giorno

"Va dolce, grande l’uomo va…" (A.Minghi)

mattina  Arrivo a Cracovia. Sistemazione in albergo.
pomeriggio Passeggiata per le vie della parte vecchia della città con l’edificio dell’Università Jagellonica dove studiava Karol Wojtyla e dove ha presentato la sua tesi di dottorato di ricerca. In Piazza del Mercato visitiamo la Chiesa di Santa Vergine Maria col magnifico altare di Wit Stwosz, dove Karol Wojtyla come giovane sacerdote pronunciava le sue prediche. A poca distanza dalla Piazza del Mercato si trova Il Palazza dei Vescovi di Cracovia, luogo connesso con la vita di Giovanni Paolo II. In quel posto Karol Wojtyla è stato ordinato sacerdote e successivamente vi si è fermato prima come Vescovo di Cracovia e dopo durante i suoi viaggi in Polonia come Vescovo di Roma. Ci fermiamo davanti alla finestra dalla quale parlava sempre fino a tardi con gli studenti ed i giovani durante i suoi soggiorni in Polonia.
Avvicinandosi alla Cattedrale di Wawel - il luogo più importante della nostra visita della città - visitiamo sulla via Kanonicza la casa dove viveva Wojtyla quando era il Vescovo di Cracovia. Accanto si trova il Seminario dove Karol Wojtyla studiava e poi teneva un corso per gli studenti. Sopra l’edificio del seminario vediamo l’enorme Cattedrale sulla collina di Wawel, luogo dell’incoronazione dei re Polacchi e luogo di sepolcro d’eminenti Polacchi. Lì si trova pure la tomba di San Stanislao - patrono della Polonia. Nella cattedrale il giovane sacerdote Karol Wojtyla ha celebrato la sua prima santa messa e poi, come Arcivescovo di Cracovia, ne è stato il titolare per molti anni.
sera  Cena al ristorante dell’albergo. Santa messa in una chiesa.


Secondo giorno
"Intanto scriveva poesie d’amore" (A.Minghi)
mattina Partenza per Wadowice - luogo di nàscita di Karol Wojtyla .Visitiamo la città dove il giovane Wojtyla frequentava la scuola e cominciava la sua attivita’ letteraria. Visita della sua casa familiare (ora museo) e della chiesa parrocchiale dove fu battezzato.
Tempo per un caffe e la kremowka-pasticcina preferita di Karol Wojtyla.
Partenza per Kalwaria Zebrzydowska - monastero dei Bernardini con la chiesa barocca inserita sulla lista dell’ UNESCO con l’ immagine della Vergine di Kalwaria. Era il luogo preferito dei pellegrinaggi del giovane Wojtyla e il luogo dove pregava per l’anima di sua madre.
Partenza per Cracovia
pomeriggio Visita a Łagiewniki- Santuario della Divina Misericordia, con il famoso quadro "Gesú, in te confido". Papa Giovanni Paolo II era un grande promotore del culto della divina Misericordia e nel 2002 ha affidato tutto il mondo a Gesù Cristo. A lato dell’antica chiesa in cui e’ stata sepolta Santa Faustina Kowalska, fondatrice del culto della Divina Misericordia, è stata costruita la nuova basilica. Da anni, milioni di fedeli vanno lì in pellegrinaggio da tutto il mondo.
Visita del Monastero e della tomba di Santa Faustina.
Messa nel convento.
sera  Ritorno all’albergo. Cena. Tempo libero.


Il terzo giorno
"un popolo grida noi vogliamo Dio" (A.Minghi)
mattina  Partenza per Nowa Huta- quartiere degli operai che fu costruito negli anni cinquanta come il modello della città socialista.
Per 20 anni i fedeli hanno combattuto con il governo e la milicja (polizia comunista) per avere il permesso di erigere la chiesa in quel quartiere. Nel 1967 il vescovo Wojtyla ha messo la prima pietra nel posto dove poi e’ stata eretta la chiesa: l’Arca del Signore. Visita in chiesa- simbolo dell’enorme fede degli abitanti di quel quartiere. Nel ritorno tappa nel cimitero dove si trova la tomba dei genitori di Karol Wojtyla.
pomeriggio  Tempo libero
sera  Concerto di musica polacca in uno dei posti storici dell’antica Cracovia e cena in un ristorante del luogo.

Quarto giorno
"il vento di Auschwitz portava nel cuore" (A.Minghi)
mattina  Partenza per Auschwitz - luogo che testimona una terribile storia dell’essere umano. Durante il suo primo pellegrinaggio in Polonia come papa, Karol Wojtyla ha pronunciato la famosa frase: "Non potevo non venire qui come papa"
Visita al campo di concentramento e alla cella dove è stato ucciso Massimiliano Koble - santo che è morto al posto di un altro prigioniero.
pomeriggio  Pellegrinaggio alla Regina della Polonia
Partenza per Czestochowa - luogo santo per i fedeli Polacchi. Ogni anno milioni di persone fanno il pellegrinaggio al Convento dei Padri Paolini in Jasna Góra (La Montagna Chiara) per pregare sotto il volto della Madonna Nera di Czestochowa. Decine di migliaia di persone vanno in pellegrinaggio a piedi, come secoli fa, facendo anche centinaia di chilometri. Anche Karol Wojtyla come gli alri Polacchi andava in pellegrinaggio molte volte a Jasna Gora anche durante il suo pontificato.
Visita del Monastero, della Basilica, del museo del convento e della tesoreria. Santa Messa all’interno del Convento.
sera  Ritorno a Cracovia. Cena in albergo.

Quinto giorno
"Negli occhi ricordo di campi di grano" (A.Minghi)
mattina  Partenza per Zakopane- la città principale dei monti Tatra, detta anche la "capitale d’inverno" della Polonia - luogo preferito di papa Giovanni Paolo II durante il suo tempo libero da giovane, poi da sacerdote, infine da Vescovo di Cracova e Papa.
"qualcuno ha sparato ed io quel giorno ho pianto.." (A.Minghi)
Visita della Chiesa della Madonna di Fatima fondata a ringraziamento della Sua protezione nell’attentato alla vita del papa Giovanni Paolo II nel 1983. Con la funivia saliamo su Gubalowka da dove si può ammirare il panorama dei Tatra.
Se il tempo e’ buono visitiamo una valle dei Tatra oppure l’eremo di Fratello Albert Chmielowski - canonizzato da Giovanni Paolo II - un gran pittore che ha dedicato la sua vita ai poveri. Nel ritorno fermata a Chochołów - un paese unico pieno di originali case lignee in stile rustico. Ritorno a Cracovia.
sera  Cena in albergo.

Sesto giorno
mattina  Partenza per l’aeroporto di Cracovia e volo per Italia




Formulario di informazione:
Bisogna riempire i posti con asterisco *
Cracovia - pellegrinaggio. Sulle orme di Giovanni Paolo II: Cracovia, Czestochowa, Wadowice, Auschwitz.
Data
Numero di partecipanti
Per
Sistemazione in
Budget spesa sistemazione alberghiera approssimativo per persona/giornata
Ulteriori domande e informazioni
Nome *
Cognome *
Istituzione
Telefono
Indirizzo
Nazione
E-mail *
Confirm email address: *
   

City Guide